TIROCINIO

Si invitano gli Studenti interessati a leggere con attenzione il REGOLAMENTO PER IL TIROCINIO PRATICO VALUTATIVO ed il PROTOCOLLO IN MATERIA DI TIROCINIO CURRICULARE PRATICO-VALUTATIVO (TPV) e seguire tutte le indicazioni sotto riportate.

Requisiti accademici necessari per avviare il TVP:
Per iniziare il tirocinio formativo curriculare pratico-valutativo (TPV), gli studenti devono:

  1. aver acquisito almeno 160 CFU ed essere iscritti almeno al quarto anno del Corso di Laurea;
  2. aver superato, con verbalizzazione sul libretto on line Esse3, i seguenti esami:
    1. almeno un insegnamento del SSD CHIM/08 (Chimica farmaceutica generale);
    2. almeno un insegnamento del SSD BIO/14 (Farmacologia generale).
  3. aver almeno frequentato il corso di Tecnologia Farmaceutica (SSD CHIM/09)

Individuazione farmacia ospitante e tutor professionale:
Il tirocinio formativo curriculare pratico-valutativo comprende un periodo di sei mesi, anche non continuativi, da svolgersi presso una farmacia di comunità e/o una farmacia ospedaliera. L’attività è svolta per non più di 40 ore a settimana, per un totale di 900 ore, di cui almeno 450 da svolgersi presso una farmacia di comunità, e corrisponde a 30 crediti formativi universitari. Quando sia svolto per periodi non continuativi, questi non possono essere inferiori a un mese e devono essere condotti in un numero di sedi ospitanti non superiori a tre. La presenza in farmacia si articola entro le fasce orarie di apertura della stessa, escluso l’orario notturno.
Lo studente individua la farmacia di comunità o la farmacia ospedaliera ed acquisisce la disponibilità allo svolgimento del TPV dal Responsabile della Farmacia che assegnerà un tutor professionale. La farmacia di comunità deve essere individuata fra quelle presenti nell’elenco delle farmacie aderenti alla Convenzione per il TPV pubblicato sul sito dell’Ordine dei farmacisti competente per territorio. La farmacia ospedaliera deve essere individuata fra quelle presenti nell’elenco delle Aziende sanitarie convenzionate con l’Ateneo di Messina che sarà pubblicato su questa pagina web. 
Il tutor professionale è un farmacista iscritto all’albo con almeno due anni di attività professionale, designato dal titolare o direttore tecnico della farmacia ospitante e/o direttore della farmacia ospedaliera e inserito in modo stabile nell’organico della stessa, ed ha la responsabilità di seguire e assistere direttamente il tirocinante durante la pratica professionale, garantendo l’osservanza delle modalità di svolgimento del tirocinio.

Richiesta assegnazione tutor accademico:
Almeno 15 giorni lavorativi prima della data prevista come inizio del tirocinio, lo studente chiede al Consiglio di Corso di Laurea l’assegnazione di un tutor accademico individuato dall’elenco dei Docenti dei CdS della classe LM-13. 

Corso Base obbligatorio Sicurezza sul lavoro:
Prima dell’avvio del tirocinio, gli studenti sono tenuti a frequentare un corso base di 4 ore (con test di verifica dell’apprendimento) in materia di sicurezza sul lavoro organizzato dall’Ateneo.
Per info [Clicca qui]
L’attestato di frequenza dovrà essere allegato alla domanda di ammissione al TPV.

Presentazione domanda di ammissione al TPV:
La domanda di ammissione al TPV, redatta secondo il modello disponibile dovrà essere presentata alla Segreteria Studenti dell'Università di Messina tramite invio dalla propria e-mail istituzionale (nome.cognome@studenti.unime.it) agli indirizzi: protocollo@unime.it e uop6.chibiofaram@unime.it
La domanda di ammissione per lo svolgimento del TPV, debitamente compilata in ogni sua parte, dovrà includere l’esatta indicazione del periodo temporale in cui si svolgerà il tirocinio, l’eventuale frazionamento, la/e Farmacia/e ospitante/i (non più di 3) e il nominativo del tutor professionale e di quello accademico.
N.B. Si rammenta che il titolare o direttore della farmacia ospitante, il tutor professionale e il tutor accademico non possono avere rapporti di parentela o di affinità sino al terzo grado con il tirocinante.

ATTENZIONE: Le comunicazioni ufficiali dovranno pervenire esclusivamente dalla mail istituzionale nome.cognome@studenti.unime.it. La Segreteria Studenti non darà seguito a richieste pervenute da e-mail private e/o non riconducibili agli interessati.

Avvio del TIROCINIO PRATICO-VALUTATIVO (TPV):
A seguito della presentazione della suddetta domanda, la Segreteria Studenti, verificati i requisiti accademici per l’accesso al tirocinio, autorizzerà il tirocinante all’avvio del TPV rilasciando il modulo per la richiesta di attivazione del Diario del Tirocinante da inviare all’Ordine dei Farmacisti nel cui ambito territoriale ha sede la farmacia ospitante.
L’Ordine dei Farmacisti, ricevuta la suddetta richiesta, provvede all’attivazione del diario del tirocinante tramite un software informatico validato dalla FOFI d’intesa con la CRUI (in caso di impossibilità di accesso all’applicativo, si utilizzerà il formato cartaceo predisposto dall’Ordine al fine di attestare il corretto svolgimento del TPV in farmacia).
Nel caso lo studente attivi il TPV in due o tre farmacie con sedi in province diverse, il Diario di tirocinio è attivato dall’Ordine della provincia dove ha sede la farmacia in cui svolge la prima parte del TPV. Lo studente, quando inizia la seconda o terza parte del TPV nelle altre farmacie di diversa provincia, informa l’Ordine competente nel quale ha attivato il Diario di tirocinio in modo che lo stesso venga aggiornato con la nuova farmacia. Al termine del TPV, gli Ordini delle province in cui è stato fatto il TPV frazionato convalidano con firma digitale, ognuno per quello di propria competenza, il TPV precedentemente approvato dal tutor accademico. Se lo studente durante il TPV cambia Università, il percorso già effettuato e riportato nel Diario del tirocinante, è valido per il completamento del tirocinio nel nuovo Ateneo.

Conclusione del TIROCINIO PRATICO-VALUTATIVO (TPV):
Al termine del tirocinio, il Diario del Tirocinante convalidato dall’Ordine competente dei Farmacisti, mediante timbro e firma e approvato dal Tutor professionale e Tutor accademico dovrà essere consegnato alla Segreteria Studenti dell'Università di Messina. Verificata la completezza del tirocinio effettuato, si provvederà all’assegnazione dei CFU relativi al Tirocinio professionalizzante.
Il tirocinio deve essere concluso entro 24 mesi dal suo inizio. Le ore del TPV svolte in periodi antecedenti gli ultimi 24 mesi non saranno valide e saranno cancellate dal Diario del tirocinante.
Una volta concluso il TPV, il tirocinante verrà ammesso alla Prova Pratica valutativa (PPV) di fine tirocinio, propedeutica all’esame finale.

Attività di vigilanza e controllo:
L’Ordine dei Farmacisti, nel cui ambito territoriale ha sede la farmacia ospitante, vigila sul regolare svolgimento dell’attività di tirocinio. In caso di accertamento di gravi inosservanze del protocollo, l’Ordine propone all’Ateneo l'annullamento o l’integrazione del TPV.

Posizione assicurativa:
Il tirocinante, in quanto studente regolarmente iscritto all'Università di Messina, è assicurato per la Responsabilità Civile e gode inoltre di ulteriore copertura specifica per infortuni. Le garanzie sono operanti per i sinistri occorsi nelle sedi universitarie e per ogni altro sinistro avvenuto in qualunque luogo extra-universitario purché lo studente sia preventivamente autorizzato e ricorrano scopi didattici.

Ai sensi dell’Art. 5 del Decreto Interministeriale n. 651 del 5 luglio 2022, per gli studenti che hanno optato per il passaggio al nuovo percorso abilitante, le attività di tirocinio professionale eventualmente già svolte possono essere riconosciute dalle università, d’intesa con l’Ordine professionale competente, su richiesta dello studente, ai fini del completamento del tirocinio pratico-valutativo. 

Sulla base dell’art. 5 del D.I. n. 651 del 5 luglio 2022, il Consiglio del Corso di Laurea Magistrale in Farmacia, d'intesa con gli Ordini professionali di riferimento, ha deliberato quanto segue:

  1. agli studenti iscritti al previgente ordinamento del Corso di Laurea Magistrale in Farmacia che nell’A.A. 2023-24 hanno optato per l’ordinamento abilitante [7016], che hanno iniziato il tirocinio entro l’A.A. 2022/23 e alla data di stipula della nuova convenzione (31 maggio 2024) lo hanno completato, sono riconosciute in toto le attività del tirocinio, come riportate nel registro cartaceo a suo tempo rilasciato dalla Segreteria studenti, e validate dalla Farmacia ospitante e dall’Ordine professionale al termine delle stesse, con ammissione dello studente alla PPV, previa presentazione di apposita istanza da parte dello studente (modulo 1). 
  2. agli studenti iscritti al previgente ordinamento del Corso di Laurea Magistrale in Farmacia, che hanno optato nell’A.A. 2023-24 per ordinamento abilitante [7026], che hanno iniziato il tirocinio entro dicembre 2023 e alla data di stipula della nuova convenzione (31 maggio 2024) non lo hanno completato, sono riconosciute le attività del tirocinio già svolte, come riportate nel registro cartaceo a suo tempo rilasciato dalla Segreteria studenti, e ivi attestate dal farmacista tutor, in quanto coerenti con quelle di cui al Protocollo FOFI/CRUI in materia di TPV. Lo studente dovrà presentare al Consiglio di Corso di Laurea apposita istanza di riconoscimento del tirocinio professionale già svolto e di assegnazione del tutor accademico (modulo 2). Per il completamento del TPV, al fine del raggiungimento degli obiettivi prefissati dalla normativa vigente, gli studenti devono attenersi ai contenuti di base del TPV così come descritti nel Protocollo in materia di tirocinio curriculare pratico-valutativo FOFI/CRUI. Gli studenti, inoltre, devono attenersi a quanto di seguito esplicitato:
  • L’attività di tirocinio deve essere svolta per non più di 40 ore a settimana (art. 2 c.2 DL 651 del 5 luglio 2022), e si articola entro le fasce orarie di apertura della stessa, escluso l’orario notturno.
  • Il titolare o direttore della farmacia ospitante, il tutor professionale e il tutor accademico non possono avere rapporti di parentela o di affinità sino al 3º grado con il tirocinante.
  • Il tirocinio deve essere completato entro 24 mesi dalla data di inizio.
  • A conclusione del tirocinio, il tirocinante dovrà produrre e allegare al registro cartaceo una relazione delle attività svolte vidimata dai tutor.

La domanda di riconoscimento del tirocinio dovrà essere inviata al Coordinatore del CdS dalla propria e-mail istituzionale (nome.cognome@studenti.unime.it) tramite protocollo (protocollo@unime.it).

Il modulo richiesta Tirocinio deve essere firmato dal titolare/direttore della Farmacia e presentato alla Segreteria Studenti  (U. OP. 6 – Responsabile la Sig.ra Maria Grazia Rotondo) per il rilascio del libretto.
Lo studente deve allegare al suddetto modulo l’attestato del Corso sulla sicurezza; se ne è sprovvisto, dovrà utilizzare il seguente FORM di prenotazione: [LINK AL FORM], al fine di poter essere messo nelle condizioni di poter accedere al Corso sulla Sicurezza di 4 ore in e-learning.
Referente per i Tirocini dei CdS in Farmacia e CTF:
Segreteria Studenti - Unità Operativa 6 - email: uop6.chibiofaram@unime.it